Fermo, Marche, Italia

In cammino tra
fede e leggenda

In cammino tra
fede e leggenda

SHARE
, / 1070 0

abbazia eremo di san ruffinoTra leggenda e fede, la spiritualità nel territorio della Provincia di Fermo si esprime in modo semplice ma carico di significati. Come l’arte e la storia anche la fede ha plasmato il carattere delle genti che risiedono nel territorio fermano.

L’annessione allo Stato Pontificio e gli stretti contatti con Roma, favoriti dalla via Salaria, diedero luogo ad una fiorente vita religiosa e culturale che segnarono il territorio in modo indelebile. Un esempio su tutti, la presenza della tela di Rubens (l’Adorazione dei pastori), arrivata a Fermo grazie alla presenza dell’ordine dei Filippini ed oggi esposta a Palazzo dei Priori.

Ogni comune ha un forte legame con i propri patroni, che sfocia a volte nel mistico e nella leggenda. Ma ciò che più caratterizza la spiritualità del territorio di Fermo è il cammino, la strada e quei luoghi di sosta che hanno accolto gli uomini in questo territorio. Parliamo delle Edicole Sacre e delle Fonti Rurali costruite lungo le principali strade di percorrenza.

A queste si aggiungono le tante chiese e santuari di diverse epoche come il Santuario dei Santi Ruffino e Vitale ed il Santuario del Beato Antonio di Amandola di epoca romanica, il Santuario della Madonna delle Grazie a Monte Giberto  ed il Santuario Madonna dell’Ambro a Montefortino con elementi tardo barocchi e classici. Da sottolineare che nella provincia di Fermo è situato il ghetto ebraico, risalente al XV secolo, a Monterubbiano.

 

banner-gal
italyEnglish