Fermo, Marche, Italia

Cisterne Romane di Fermo: 30 stanze tutte da scoprire

Cisterne Romane di Fermo: 30 stanze tutte da scoprire

SHARE
, / 2496 0

Cisterne Romane di FermoNessuno, passeggiando per i suggestivi vicoli medioevali di Fermo, potrebbe sospettare che il sottosuolo della città conservi uno spettacolare serbatoio idrico di 2000 anni fa.

Proprio vicino alla splendida Piazza del Popolo, infatti, si trovano le “Grandi Cisterne Romane” di Fermo, uno dei più interessanti resti romani giunti fino a noi dall’antichità. Non aspettatevi però di notarle passeggiando, perché sono nascoste nei sotterranei di case ed edifici religiosi, e rimarranno tali a meno che non siate davvero curiosi di visitarle.

Il grande edificio, destinato alla raccolta e alla distribuzione dell’acqua, faceva parte dell’acquedotto della città romana di Firmum, fondata dai Romani nel 264 a.C.

Visitare le Grandi Cisterne significa passeggiare in un labirinto di 2200 mq di superficie composto da 30 stanze comunicanti perfettamente integre. Conservano, ancora intatti, gli imponenti muri in mattoni rossi, le volte in calcestruzzo così ben conservate da sembrare in cemento moderno.

A duemila anni di distanza la struttura è ancora perfettamente distinguibile dal momento che non sono andate perse né le bocche d’ingresso né i tubi di uscita dell’acqua, e, cosa più unica che rara, è ancora presente la scala romana d’ingresso.

Riutilizzate come cantine in epoca medioevale e, in parte, come serbatoio fino agli anni ’80 dello scorso secolo, è impossibile non rimanere colpiti dalle dimensioni e dallo stato di conservazione delle Cisterne Romane di Fermo, uniche nel loro genere.

Per maggiori informazioni sulle visite guidate potete contattare Sistema Museo al telefono 0734-217140

banner-gal
italyEnglish