Fermo, Marche, Italia

Convegno Nazionale Italia Nostra – “Da Besenzanica alle moderne ferrovie per la mobilità e il turismo”

Convegno Nazionale Italia Nostra – “Da Besenzanica alle moderne ferrovie per la mobilità e il turismo”

SHARE
, / 1878 0

Convegno Nazionale Italia Nostra sulla moderna ferrovia, mobilità e turismoUn tema di grande rilevanza è quello affrontato nel convegno nazionale di Italia Nostra che si terrà sabato 22 novembre 2014 a partire dalle ore 9:00: l’ingegno umano, il movimento delle persone, la necessità di spostarsi da un luogo all’altro per necessità, divertimento e turismo: questo è ciò che rappresenta il treno, che sui binari sposta facilmente un gran numero di persone. Importante oggi come allora, quando questo mezzo permise lo spostamento delle persone a basso costo anche per motivi turistici.

Il territorio fermano non resta escluso da questa moderna rivoluzione quando nei primi anni del ‘900 l’ingegnere milanese Ernesto Besenzanica realizzò la la Porto S. Giorgio-Fermo-Amandola (1908-1956), la Adriatico-Sangritana (1912), la Voghera-Varzi (1931-1966) e la Roma-Civitacastellana-Viterbo /Roma nord (1932). 150 anni sono passati dalla sua nascita e Italia Nostra gli vuole rendere onore con un convegno a lui dedicato.

L’utilizzo del tratto ferroviario Porto S. Giorgio-Fermo-Amandola è quasi orami solo nei ricordi dei nostri nonni e l’intento della Sezione di Fermo di Italia nostra è quello di non farlo morire e di rivalutare il tratto che un tempo perccorreva il trenino. La sezione infatti ogni anno organizza una passeggiata che in particolare vede interessato il percorso tra porto san giorgio e fermo onde sesibilizzare la comunità locale.

Il convegno durerà tutta la giornata di sabato 22 novembre e si terrà presso la sala Rita Levi Montalcini, nel complesso Sagrini di Viale Trieste n. 29. Tramite dati storici ed economici si dimostrerà che l’utilizzo intelligente delle moderne ferrovie possa portare dei benefici all’economia del territorio.

L’incontro sarà preceduto, venerdì 21 novembre alle 21:30, dalla consegna del Premio nazionale Go Slow – Co.Mo.Do. 2014 – V edizione, riconoscimento rivolto a pubbliche amministrazioni e studi di architettura del paesaggio e ingegneria ambientale che si sono distinti quanto a progetti di mobilità dolce per lo sviluppo del turismo outdoor eco-compatibile, per realizzazioni di greenways, recupero di ferrovie dismesse e treni storici, master plan di mobilità dolce, itinerari verdi comunali e intercomunali, piani di mobilità dolce e sostenibile per i parchi. Per il fermano partecipa il comune di Servigliano che ha recuperato la vecchia stazione del “Trenino” destinandola a “Casa della Memoria”. La premiazione si terrà presso la Sala “A. Olivetti” del M.I.T.I. Montani, Museo dell’innovazione e della Tecnica Industriale della Provincia di Fermo.

Il convegno è svolto in collaborazione con il Comune di Fermo e con la Solgas, è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e dal Centro Servizi per il Volontariato Marche ed ha ottenuto il patrocinio, tra gli altri, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Fermo, della Confederazione Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.), della STEAT e dell’Assemblea Legislativa delle Marche.
Partners dell’iniziativa sono la Provincia di Fermo, il circolo Legambiente-Terramare di Fermo, il Centro Studi “G. B. Carducci” e la Società Dante Alighieri-Comitato di Fermo.

Informazioni e preiscrizioni al Convegno preferibilmente al recapito mail di Italia Nostra: fermo@italianostra.org – Tel. & Fax 0734 228628 – Cell. 348 8163918

Scarica il Programma convegno “Da Besenzanica alle moderne ferrovie per la mobilità e il turismo

Scarica il Programma Premiazione Goslow Comodo leggero

banner-gal
italyEnglish