Fermo, Marche, Italia

Lu Coppu e Sant’Antonio a Montelparo

Lu Coppu e Sant’Antonio a Montelparo

SHARE
, / 1635 0

panorama di montelparoPanette e benedizione degli animali, questi sono gli elementi tradizionali della festa di Sant’Antonio Abate che si festeggia ogni anno il 17 gennaio.

Nel piccolo borgo di  Montelparo si aggiunge però un altro elemento che negli anni ha reso famosa questa cittadina: lu cuppu, e per meglio dirlo in italiano, una porzione di baccalà! È proprio questo pregiato pesce proveniente dal nord, che in tempi lontani era consumato in convento, a fare la differenza! Da più di trecento anni, la festa di Sant’Antonio è accompagnata dalla Festa del Baccalà che richiama a Montelparo migliaia e migliaia di persone che nel Cantinone si ritrovano a mangiare in compagnia.

La festa ha origini lontane, quando nel paese era stato ricostruito il Convento Agostiniano e i Frati per ringraziare la cittadinanza li invitarono a pranzo e diedero loro da mangiare il baccalà. Ogni persona andava una porzione che doveva pesare come un Coppo! Quando i frati dovettero lasciare il convento, tramandarono la tradizione della cottura di questo pesce solamente agli uomini, in quanto alle donne era fatto divieto l’accesso al convento. È così negli anni si formò il comitato festeggiamenti che oggi porta avanti la tradizione.

festa del baccalà enogastronomia MontelparoPer tre giorni di festa, dal 19 al 21 gennaio, si sentirà per le vie di Montelparo un profumino che condurrà cittadini e turisti alla Palestra comunale, luogo dove è possibile assaggiarlo! Tutti gli anni la prevendita dei biglietti inizia dopo il Natale e poco resta da vendere durante i giorni della festa. Con un Coppo viene data anche una fila di pane e un litro di vino!! I dolci li potete portare anche da casa e condividere con il vostro vicino!

Durante il fine settimana ci sarà un programma religioso che prevede delle Sante Messe, la processione con la statua del Santo portata a spalle e la benedizione degli animali.

 

 

banner-gal
italyEnglish