Fermo, Marche, Italia

Porto S. Giorgio – Fermo – Amandola: una ferrovia da salvare

Porto S. Giorgio – Fermo – Amandola: una ferrovia da salvare

SHARE
, / 713 0

una ferrovia da salvare cultura fermoSabato 21 ottobre alle ore 16:00 nella sala dei Ritratti del Palazzo dei Priori di Fermo, in Piazza del Popolo, si terrà uno dei Grandi Appuntamenti di Italia Nostra. La sezione di Fermo è infatti da anni impegnata nella salvaguardia e riqualificazione della linea ferroviaria che da Porto San Giorgio, passando per Fermo, arrivava ad Amandola.

Il meticoloso lavoro sulla linea è stato svolto dall’architetto Domenico Cardamone, funzionario della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio delle Marche, ha interessato anche il Segretario regionale per i beni e le attività culturali Giorgia Muratori.

La presentazione sarà a cura del presidente di Italia Nostra Sez. di Fermo, Elvezio Serena, e poi porteranno i saluti istituzionali il Sindaco di Porto San Giorgio Nicola Loira, il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro e il sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli.

Il lavoro svolto dall’architetto prevede un effettivo recupero ed intervento sulla linea ferroviaria e il team di lavoro composto da Andrea Carosi, Simona Pagliari, Roberto Nasini e Andrea De Angelis, illustrerà le potenzialità del tracciato, lungo il quale sono ancora in sito e perfettamente leggibili 13 stazioni, 14 caselli, grandi viadotti, ponti ed opere d’arte ad esso connesse.

L’intento di Italia Nostro è quello di sviluppare un percorso di mobilità dolce nei 57km costituiti dalla ferrovia e rilanciare così il turismo in tutta l’area interessata offrendo una visita alternativa del territorio.

Al termine si terrà una tavola rotonda tenuta da Gioacchino Fasino a cui sono stati invitati principalmente i sindaci della Valle del Tenna, interessati direttamente dall’attività, e tutti gli amministratori del territorio provinciale.

L’iniziativa, che rientra nell’ambito del 60° anniversario di fondazione di Italia Nostra, è realizzata con il patrocinio del Comune di Fermo, della Provincia di Fermo, della S.T.E.A.T. spa, del GAL Fermano, dell’Associazione turistica “Marca Fermana”, dell’UNPLI provinciale Ascoli-Fermo, di Co.Mo.Do., Confederazione Mobilità Dolce, e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo.

Leggi il Programma completo Una ferrovia da salvare

Leggi il Comunicato stampa Una ferrovia da salvare

banner-gal
italyEnglish